Dhamma relazionale

Il Dhamma, come percorso verso la liberazione umana e l'armonia comunitaria, deve comprendere la nostra natura individuale, relazionale e sociale.

In quanto animali intrinsecamente sociali, gran parte della nostra sofferenza nasce in relazione ad altre persone. È nella relazione che si genera un senso di sé. È nella relazione che emerge il linguaggio dal quale costruiamo un mondo. Se è nella relazione che nasce la nostra sofferenza, allora anche qui possiamo trovare la nostra strada verso la liberazione e il fiorire sociale.


Una revisione dei discorsi del Buddha rivela l'importante ruolo delle relazioni in tutti gli insegnamenti. Tutti i fattori del Nobile Ottuplice Sentiero, con la notevole eccezione della Retta Consapevolezza e della Retta Concentrazione, furono insegnati dal Buddha come derivanti non solo individualmente ma anche esplicitamente in relazione. Come osserva Bhikkhu Bodhi “[L] a Buddha non era un vagabondo solitario, che insegnava a coloro che venivano da lui per essere guidati e poi li lasciava a se stessi. Fu il fondatore di un nuovo movimento spirituale che fin dall'inizio fu inevitabilmente comunitario”. Nel Dhamma relazionale, riconosciamo ed esploriamo come comunità come l'intreccio personale, interpersonale e sociale per formare le fondamenta di un intero percorso di pratica di vita.

Insight Dialogue estende la coltivazione delle qualità meditative della mente - consapevolezza, tranquillità, concentrazione - nel relazionale. Meditando insieme ci chiamiamo a vicenda in questo momento in modo potente. Portati nel momento del contatto interpersonale con una consapevolezza focalizzata e ricettiva, gli insegnamenti del Buddha diventano pieni di cuore e vivi.

Integrando la pratica e i frutti della meditazione con le nostre vite interpersonali - parlare, ascoltare e tutto ciò che ciò implica - vengono chiaramente rivelate le radici di tendenze come l'egocentrismo, la scortesia, la paura e la rabbia. Nella pratica relazionale, la liberazione avviene attraverso una consapevolezza amorevole che riconosce la nostra comune umanità e non prende tutto così sul personale. Quando questa comprensione esiste a livello sociale, possiamo vedere il potenziale della cessazione sbocciare nella libertà sociale. Questa è una libertà che include la prosperità e la giustizia per tutti gli esseri senzienti. Fare questo salto socialmente è enorme... iniziamo da dove siamo.